domenica 19 ottobre 2014

SALOTTO CULINARIO. Sì vabbè, ma però...

Poche sere fa sono andata a cena in un ristorante molto scicchettoso dove, dal momento in cui mi sono seduta, mi è venuta una strana voglia di conversare con la erre moscia e a fine serata di ordinare il caffè solo per il gusto di berlo col mignolo alzato. Sarà per l'arredamento molto curato e di design, per l'atmosfera cheek to cheek o per le luci soffuse, ma appena ho varcato la soglia ho subito desiderato darmi un certo tono e, al tempo stesso, ho imprecato contro me stessa perché proprio quel giorno avevo indossato i mutandoni in flanella... che non erano neppure coordinati.

La saletta. Purtroppo la foto non rende giustizia al locale.
Non si può pretendere troppo da una bionda con lo smartphone. Ecco.

Comunque, il ristorante che tira fuori la Jessica Rabbit che è in ognuna di noi, si chiama Salotto Culinario e si trova sulla Tuscolana, di fianco "a beato chi se lo fa, il sofà".
Tralasciando l'arredamento che è molto bellino, il cibo purtroppo mi ha lasciata perplessa come l'età anagrafica di Annona Tatangelo. Non posso dire che si mangi male, ma non mi ha completamente soddisfatta considerando anche i prezzi non proprio economici.



Il menù non è ampissimo e si suddivide in tre categorie: pesce, ciccia e piatti vegetariani, più pane fatto in casa (sì, ma credo sfornato diversi giorni prima, data la secchezza. Mio amato chef, ma non è meglio na bella ciabattina del forno?).
Ma torniamo a noi.
Io ho nutrito la mia panza con:

cannelloni gratinati al pomodoro ripieni di carne Fassona (14 euro se non erro)

Scusate ma la puccia qua dove la faccio?

Buoni, ma per 14 euro (oppure 12, ma è uguale) dovevano come minimo farmi fare il moonwalk coi tacchi a spillo e non un semplice "mmh buono...mia nonna ci avrebbe messo un pizzico di sale in più, due abbondanti mestolate di sugo per farci la scarpetta e altri due cannelloni perché mi vede sempre sciupata".

Uovo al tartufo adagiato su un letto di crema porri (12 euro)


Purtroppo anche per questo piatto nessuna piroetta alla Michael Jackson. Il tartufo era lo scorzone estivo...nessun sapore, nessun profumo e l'uovo era...un uovo (e manco di Parisi). Però la crema di porri era divina, una goduria incredibile. Ottima.


Tagliata di manzo al tartufo con patate rosti (20 euro)

Per me in questi casi il piatto è sempre troppo grande...
La tagliata era veramente buona, tenera e succosa... peccato per il tartufo estivo, anche in questo caso incisivo come Romina Power in un coro da stadio.

Il dolce l'ho saltato a piè pari dato che nessuna proposta soddisfaceva i miei delicati e classici gusti.

Costo totale: 40 euro a testa e passa la fame.

Se volete passare una serata romantica con il/la vostro/a lui/lei/l'altro e fare na bella figura con piatti creativi questo è il ristorante adatto, lontano dalle luci modaiole della città, riservato e intimo.
E prima di prenotare, non so, magari assicuratevi di pagare alla romana oppure che la vostra lei non sia a dieta.

Colonna sonora: Felicità

Salotto Culinario: Via Tuscolana, 1197
Tel. 06/72633173